• Massimiliano Zaffino, Tratti di paesaggio salgono e si uniscono, lontano una strada d'asfalto, 120x110 cm., olio su tela,2019
  • Massimiliano Zaffino, Parco costituito da zone alberate, attrezzatura giochi e arco a levitazione laser, 125x85 cm., olio su tela, 2019
  • Massimiliano Zaffino, Riflessi insoliti mostrano cascata irreale, 80x120 cm., olio su tela, 2019
  • Massimiliano Zaffino,Forme Geometriche Rivelano Paesaggi Ad Incastro. Olio Su Tela 81x70 Cm. 2018
  • Massimiliano Zaffino, Intrattenimento Campestre Fatto Di Ricordi Con Il Ponte Luminoso Spaziale, 105x85 cm., olio su tela, 2020
  • Massimiliano Zaffino, Tratti di paesaggio salgono e si uniscono, lontano una strada d'asfalto, 120x110 cm., olio su tela,2019

  • Massimiliano Zaffino, Parco costituito da zone alberate, attrezzatura giochi e arco a levitazione laser, 125x85 cm., olio su tela, 2019

  • Massimiliano Zaffino, Riflessi insoliti mostrano cascata irreale, 80x120 cm., olio su tela, 2019

  • Massimiliano Zaffino,Forme Geometriche Rivelano Paesaggi Ad Incastro. Olio Su Tela 81x70 Cm. 2018

  • Massimiliano Zaffino, Intrattenimento Campestre Fatto Di Ricordi Con Il Ponte Luminoso Spaziale, 105x85 cm., olio su tela, 2020

  • Massimiliano Zaffino, Tratti di paesaggio salgono e si uniscono, lontano una strada d'asfalto, 120x110 cm., olio su tela,2019
  • Massimiliano Zaffino, Parco costituito da zone alberate, attrezzatura giochi e arco a levitazione laser, 125x85 cm., olio su tela, 2019
  • Massimiliano Zaffino, Riflessi insoliti mostrano cascata irreale, 80x120 cm., olio su tela, 2019
  • Massimiliano Zaffino,Forme Geometriche Rivelano Paesaggi Ad Incastro. Olio Su Tela 81x70 Cm. 2018
  • Massimiliano Zaffino, Intrattenimento Campestre Fatto Di Ricordi Con Il Ponte Luminoso Spaziale, 105x85 cm., olio su tela, 2020

 

 

Massimiliano Zaffino nasce a Chiavari (GE) nel 1976. Nel 1999 si diploma alla prestigiosa Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova.

L’artista è diventato famoso grazie ai suoi dipinti dove il realismo e il surrealismo si incontrano e creano un paesaggio dove tutto resta immobile. I personaggi dei dipinti di Massimiliano non parlano, non si toccano, non si guardano, nè cercano un contatto con lo spettatore.

Nella sua lunga e proficua carriera l'artista ha esposto nei luoghi più importanti dell'arte contemporanea tra cui: La triennale di Milano nel 2005, Padiglione di Venezia nel 2011 (padiglione Liguria) e alla fondazione VAF. Nel 2006 arriva finalista al prestigioso Premio Cairo.

Vive e lavora a Chiavari